Obiettivi

Presso il Centro Psichedigitale lavorano psicologi che studiano l’interazione fra le tecnologie digitali e lo sviluppo psico-emotivo dell’individuo nell’intero ciclo di vita (infanzia, adolescenza, età adulta e terza età) .
 

La nostra mission

Vogliamo crescere bambini e ragazzi che sappiano usare le tecnologia in modo intelligente, in sicurezza, senza esserne dominati. Vogliamo che smartphone, tablet, computer e le loro applicazioni (videogiochi, social-media, app) siano una opportunità di crescita, a servizio dello sviluppo sano del bambino/adolescente, capace di potenziare gli aspetti cognitivi, emotivi e relazionali, dando un contributo positivo alla persona, alla famiglia e alla comunità

(dal libro Mio figlio è stato rapito da Internet a cura del Centro Psichedigitale,

Edizioni In.edit – in corso di stampa)

 

Contesto storico

All’alba del terzo millennio assistiamo alla nascita di un nuovo modello di uomo, una evoluzione dell’homo-sapiens che vive una quotidianità sempre più tecnologizzata. Gli schermi digitali mediano ormai ogni ambito della vita dell’uomo: dal lavoro alla ricerca di informazioni, dal divertimento alla socializzazione, dall’apprendimento ai rapporti in famiglia.

Smartphone, computer, tablet e le loro applicazioni non sono semplici passatempi, ma strumenti potenti che possono avere un ruolo significativo nella crescita e nella salute psichica della persona.

Per l’adolescente, che vive una particolare fase della crescita, lo strumento tecnologico rappresenta un partner significativo del proprio percorso di sviluppo psico-fisico e sociale, in quanto diventa mezzo per la costruzione della proprià identità e del rapporto con l’altro e il mondo.

Le tecnologie possono essere quindi un supporto alla crescita, ma se usate impropriamente possono favorire lo sviluppo di problematiche e di nuove patologie, come la dipendenza da Internet e i nuovi sintomi psicopatologici mediati dal Web, come il ritiro sociale (condizione in cui la persona si rifugia davanti allo schermo perdendo contatto con il mondo esterno) e i casi di cyberbullismo sempre più in aumento.

Gli strumenti tecnologici sono la scenografia in cui si muove l’uomo moderno. Per capire le profonde trasformazioni del nostro tempo è necessario comprendere in che modo ci stiamo legando a questi strumenti in un rapporto sempre più stretto.

Quali trasformazioni stiamo vivendo?

Cosa stiamo guadagnando dalla vita digitale?

Cosa abbiamo perso e che cosa rischiamo di perdere?

Queste sono alcune delle domande alle quali i professionisti del Centro Psichedigitale cercano di rispondere con rigore scientifico, per poter aiutare a comprendere le “nuove normalità” e le “nuove patologie” di un’era caratterizzata da un utilizzo delle tecnologie sempre più massiccio, pervasivo e precoce.

Chi siamo

Dott. Francesco Rasponi

Psicologo Psicoterapeuta specializzato presso la Società Italiana di Psicoterapia Psicoanalitica di Roma. Ha affinato la formazione sul trattamento delle Dipendenza da Internet al Master sulla “Psicologia dei nuovi media” presso l’Istituto Minotauro di Milano. Ha svolto un training formativo presso l’”Ambulatorio per la cura delle Dipendenze da Internet e dei comportamenti web-mediati” al Policlinico Gemelli di Roma. Si occupa da sempre di problematiche giovanili e svolge attività clinica presso il Ser.T di Cesena nell’ambito delle dipendenze.

 

Dott. Elvis Mazzoni

Ricercatore del Dipartimento di Psicologia dell’ALMA MATER STUDIORUM – Università di Bologna, l’interesse principale di ricerca è lo sviluppo umano in relazione all’evoluzione tecnologica. Collabora con varie riviste (italiane ed estere) e ha pubblicato numerosi articoli scientifici su riviste nazionali ed internazionali. Ha ricevuto l’abilitazione scientifica nazionale per professore associato ed anche per professore ordinario.

 

Dott. Michele Piga

Psicologo libero professionista, si occupa prevalentemente di formazione professionale ed interventi nelle scuole.
Appassionato del mondo delle tecnologie digitali, ha unito interesse e professione con il Master in Psicologia dei Nuovi Media sul tema “Prevenzione e trattamento delle dipendenze da internet in adolescenza” presso l’Istituto Minotauro di Milano.

 

Collaborazioni

Il Centro Psichedigitale collabora attivamente con:

    • Dipartimento di Psicologia Se.fo.ra.Lab
    • Polizia di Stato
    • Istituto Minotauro
    • Policlinico Gemelli
    • Boston University
    • Servizi territoriali

 

 

Cosa facciamo

Le nostre attività

Punto d’Ascolto Psichedigitale

Un servizio rivolto alla famiglia, per definire le criticità d’utilizzo degli strumenti tecnologici ed i fattori personali che favoriscono un uso improprio, un abuso o una vera e propria dipendenza da parte dei più giovani. Durante le consulenze verranno utilizzati strumenti di misurazione aggiornati per valutare le abitudini di utilizzo delle tecnologie digitali, se necessario avvalendosi anche del contributo multidisciplinare di altri professionisti.

Corsi formativi di psico-educazione

Conoscere meglio il funzionamento della mente in rapporto con gli strumenti tecnologici può aiutare il genitore a creare un modello educativo efficace e attivare fattori protettivi rispetto alla vita online dei propri figli. I corsi hanno lo scopo di avvicinare l’adulto al mondo digitale, riuscendo a riconoscere le “nuove normalità” dai nuovi rischi, senza cadere in valutazioni pregiudiziali. I corsi hanno l’obiettivo di formare adulti capaci di proteggere il bambino e l’adolescente dai pericoli di Internet e allo stesso proporre il meglio che le tecnologie possono offrire.

Percorsi di psicoterapia individuale

L’aiuto psicoterapeutico ha l’obiettivo di far emergere i motivi del disagio che si esprimono attraverso l’uso disfunzionale delle tecnologie. Il percorso consiste in una analisi della propria storia e della situazione attuale, al fine di trovare un nuovo equilibrio con se stessi e con il mondo tecnologico.

Interventi rivolti alla coppia genitoriale e alla famiglia

Quando un problema riguarda un minore è indispensabile coinvolgere i membri della famiglia, per lavorare su una “alleanza famigliare”, imparando a gestire il senso di impotenza e ad evitare il ricorso a pratiche che si rivelerebbero di nessuna utilità per uscire dalla situazione problematica.

Percorsi di gruppo

Il dialogo fra persone che vivono problematiche simili favorisce il sostegno emotivo reciproco e la migliore comprensione della propria situazione, attraverso l’integrazione tra punti di vista differenti. Il gruppo può essere un valido aiuto sia per i ragazzi che per i genitori nel raggiungere un nuovo equilibrio personale e trovare insieme nuove modalità di gestione dei dispositivi digitali.

Attività di ricerca e osservatorio permanente

Il Centro Psichedigitale è impegnato in attività di ricerca scientifica per comprendere e interpretare le profonde e continue trasformazioni in atto ad opera dei dispositivi digitali dal punti di vista psicologico, sociologico e famigliare.
L’attività di ricerca è svolta sia con progetti propri, sia con collaborazioni attive con il Sefora Lab del Dipartimento di Psicologia (Campus di Cesena) dell’Alma Mater Studiorum (Università di Bologna).

Progetti di sensibilizzazione nelle scuole

Il Centro Psichedigitale progetta e realizza attività di sensibilizzazione e prevenzione rivolte agli alunni di scuole di ogni ordine e grado. Lo scopo è promuovere una sensibilità ad un uso consapevole e responsabile delle tecnologie digitali, stimolando lo sviluppo delle competenze necessarie a difendersi dai rischi della Rete. Le strategie utilizzate vanno dal confronto in classe all’uso di attività teatrali.

 

Aree di intervento

Gli esperti del Centro Psichedigitale propongono interventi specifici nei casi in cui l’utilizzo improprio degli strumenti digitali è portatore di problematiche per il bambino, l’adolescente e l’adulto.

Effetti psicologici e comportamentali derivati da un uso disfunzionale delle tecnologie

Isolamento sociale, tempi eccessivi di utilizzo, abbandoni scolastici, calo del rendimento scolastico, irritabilità, deflessione dell’umore, conflittualità in famiglia, distraibilità, sono solo alcune delle situazioni in cui le tecnologie possono avere un ruolo nell’espressione e mantenimento di un disagio interiore.

Cyberbullismo

Chi compie atti di cyberbullismo e le vittime di cyberbullismo possono usufruire della competenza degli esperti di Psichedigitale nell’affrontare un fenomeno capace di procurare danni seri e permanenti alla persona.
Il Centro Psichedigitale si avvale della collaborazione con la Questura di Cesena.

Dipendenze da Internet

Ne esistono varie tipologie, di seguito i principali ambiti in cui si può esprime una dipendenza in ambito tecnologico:

  • dipendenze da cellulare
  • dipendenza da shopping online
  • dipendenza da videogioco
  • dipendenza da gioco d’azzardo (gambling) online
  • dipendenza da ricerca di informazioni
  • dipendenza da pornografia online
Contatti

Associazione di Promozione Sociale Psichedigitale
Tel. 328-2128799
www.psichedigitale.it
E-mail psichedigitale@gmail.com

Piazza del Popolo – Foro Annonario, Sala Polivalente CRR Romagnolo, Cesena FC

Scrivici compilando il modulo

Parental Control
Parental Control
Cosa sono i sistemi di Parental Control? Secondo voi sono efficaci? (Lucia, madre di una ragazza di 11 anni) Prima di rispondere alla domanda, un...
leggi tutto
Un nonno in difficoltà
Un nonno in difficoltà
Sono un nonno e trascorro molto tempo con mio nipote, ma sono in difficoltà nel gestire la sua vita tecnologica. Quali regole devo dare? (Sergio,...
leggi tutto
Un’app per la “dieta digitale”
Un’app per la “dieta digitale”
Mi sapete consigliare una app che limiti l’utilizzo dello smartphone a certe fasce orarie? (Marianna, madre di un ragazzo di 13 anni) Un anno fa...
leggi tutto
Dipendenza da Pokemon Go?
Dipendenza da Pokemon Go?
Mio figlio gioca a Pokemon Go e sono preoccupata perchè temo che abbia sviluppato una vera dipendenza, cosa posso fare? (Anna, madre di un figlio...
leggi tutto